LA-VIA-FRANCIGENA.IT

 

INFO GENERALI

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

PERCORSO PEDONALE UFFICIALE ITALIANO

 

 

NOLEGGIO AUTO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da Garlasco a Pavia


 TAPPA 13: Garlasco – Pavia


Località di partenza : Garlasco, chiesa S. Maria Assunta
Località di arrivo : Pavia, centro storico
Durata totale tragitto : 5 h 50 minuti
Distanza coperta: 25,9 km
Dislivello in salita: 58 metri
Dislivello in discesa: 78 metri
Quota massima raggiunta: 91 metri  

 



 


Difficoltà e caratteristiche: è una tappa lunga, ma non particolarmente impegnativa, anche se va tenuto conto che al di fuori dei centri abitati non si trovano fontane o punti di ristoro. Pavimentato per circa il 35% questa tappa è caratterizzata da una ciclabilità elevata.
Usciti da Garlasco, ci si immerge nuovamente nella campagna pavese, caratterizzata da tantissimi canali e numerosi casolari.


Entrando nel Parco del Ticino si giunge a Gropello Cairoli – uno dei pochi esempi in Europa di strassendorf (paese sviluppatosi lungo una strada) medievale – con le sue belle chiese dedicate a San Rocco e San Giorgio Martire.


Si raggiunge poi Villanova d'Ardenghi, piccolo centro un tempo possesso del monastero di Santa Maria Teodote di Pavia fin dal X secolo, situato a margine del terrazzo che domina la valle alluvionale del Ticino.


Seguendo il corso di questo fiume si arriva nei pressi del Ponte Coperto di Pavia, chiamato anche Ponte Vecchio, che porta al centro storico della città.
La città, un tempo capitale del Regno Longobardo, è dal Medioevo sede di una delle più antiche università italiane.
Capoluogo tranquillo e a spiccata vocazione agricola può vantare un interessantissimo patrimonio culturale ed artistico.

 



 


Il più famoso monumento religioso cittadino è la basilica di San Michele Maggiore, d'epoca medievale. Considerato un capolavoro dello stile romanico lombardo, nonché prototipo delle numerose chiese medievali pavesi, fu eretta  tra i secoli XI e XII.


La chiesa più imponente di Pavia è invece il Duomo, dedicato a Santo Stefano. Iniziato nel XV secolo (ma completato definitivamente solo nel XX secolo), è stato eretto in stile rinascimentale e si caratterizza, oltre che per le notevoli dimensioni, per la pianta  costituita da una croce greca imperfetta.


La chiesa di Santa Maria del Carmine, eretta tra il 1370 ed il 1390 è, invece, uno dei più noti esempi di architettura gotica a mattoni nel nord Italia.

 

Tra le architetture civili, oltre al Castello Visconteo (attuale sede della civica Pinacoteca Malaspina) -  costruito nel 1360 da Galeazzo II Visconti e  caratterizzato da un grandioso parco che oggi, in parte, corrisponde al Parco della Vernavola – si ricorda l'Idroscalo (oggi abbandonato) inaugurato il 1º aprile 1926 da Benito Mussolini per servire come punto di rifornimento per gli idrovolanti della linea Torino-Venezia-Trieste.

   

 



 


 


  •  

 

 

  •  
     

la-via-francigena.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 




HOTELDove alloggiare

INFO UTILISulla Via Francigena

TAPPEdella Via Francigena

LA STORIATra passato e presente